mercoledì 21 novembre 2018

Come pagare online una camgirl


Del resto se sei finito qui ti starai chiedendo come fare a pagare la camgirl che hai beccato per la prima volta: sembra gentile e disponibile, e tu vorresti tanto sapere come fare a pagare i suoi servizi. 

Come funziona il pagamento delle camgirl

In generale devi sapere una cosa: non puoi pagare una camgirl utilizzando direttamente Paypal o la PostePay o una carta di credito, prima di tutto perchè potrebbe essere troppo complicato per lei ricevere i soldi. Secondariamente, devi considerare che le camgirl tengono molto, di solito, all'anonimato: se pagassi con PayPal sarebbe difficile per lei rimanere anonima, vedresti il suo nome reale e per questo non si può, semplicemente, fare in questo modo. Come fare allora a pagare la camgirl? Ci sono dei siti che fanno da tramite, in genere: tu devi andare come prima cosa nel sito dove la camgirl ha un suo account, e ricaricare lì mediante PostePay o bitcon o altri sistemi di pagamento. Fatto questo, avrai del credito da utilizzare (in diversi modi: in genere a tempo oppure a singolo show) versando attraverso il sito i soldi alla camgirl, che li riceverà subito e ti confermerà di aver ricevuto il pagamento. A quel punto non ti resta che goderti il tuo show con lei... e buon divertimento :-)

Ti sconsigliamo di pagare la camgirl, da cliente, direttamente specialmente se dovesse richiederti ricariche telefoniche o PostePay: in questo caso, infatti, il credito sarà difficilmente rimborsabile e la ragazza potrebbe fare la furbetta e sparire senza farti lo show. Potresti anche incappare a volte in truffe online di gente che si finge camgirl, percui stai davvero molto attento, mi raccomando! Se la camgirl vuole essere pagata, in sostanza, dovete dirle che deve iscriversi ad uno dei due siti che abbiamo riportato qui.

Vediamo quindi come fare a pagare una camgirl sui principali due siti italiani di questo tipo.

Mondocamgirls

 È uno dei siti migliori e più frequentati da camgirl, senza dubbio: è abbastanza sicuro effettuare un pagamento su questo sito, perchè basta semplicemente registrarsi (non servirà inserire il tuo nome vero: basta un nickname ed una email) da questo indirizzo:


e poi cliccare, una volta entrato nel sito, su Area cliente, inserire la tua username e la password che hai scelto,  e poi cliccare su uno dei bottoni corrispondenti al metodo di pagamento che hai selezionato. Il vantaggio dell'uso di questo sito sta nel fatto che sei garantito: se la ragazza dovesse sparire dopo che hai ricaricato, basterà segnalare la cosa all'area contatti del sito e ti dovrebbero rimborsare molto facilmente.

Eccoti le principali opzioni per pagare su Mondo.

Ricarica con carta di credito - Per pagare con questo sistema devi avere a disposizione una carta prepagata come la PostePay, ad esempio. Quando richiesto, dopo esserti registrato la prima volta nel sito Mondocam, vai in area clienti, poi entra nella sezione Ricarica con carta di credito, poi seleziona di quanto vuoi ricaricare (minimo 10 €) e clicca su Ricarica. Adesso pagherai grazie al sito sicuro Checkout.com: ci abbiamo provato varie volte ;-) ed è sicuro, quindi stai tranquillo. Giusto fai attenzione che nessuno conosca i dati del fronte-retro della tua carta, ed inserisci i dati richiesti e cioè il numero della carta prepagata, il CVC sul retro e la data di scadenza esattamente come riportato. A quel punto avrai ricaricato e sarai pronto per pagare la tua camgirl: non ti resta che pagare la ragazza che vuoi, confermare il pagamento, dirle che hai pagato ed aspettare che ti chiami per iniziare il vostro show cam 2 cam. Difficoltà del metodo: medio-facile, privacy: bassa

Ricarica con Paysafecard - Devi aver comprato prima una Paysafecard, cioè una carta usa e getta a credito prepagato anonimo. La trovi in tutti i bar ed i tabacchini Sisal, si può usare per pagare servizi online in genere (non solo per adulti! Quindi stai tranquillo per la tua privacy: ci paghi anche siti di scommesse online e giochi), e ti daranno un codice di 16 cifre per il pagamento. Basta andare su Area clienti, poi su Paga con Paysafecard, poi seleziona il taglio desiderato ed entra nel sito Paysafecard. Quando richiesto, dopo esserti registrato la prima volta, inserisci il codice che ti hanno dato al tabacchino: la ricarica sarà istantanea e ti permetterà di avere i soldi sul conto del sito. A quel punto non ti resta che pagare la camgirl che desideri, dirle che hai pagato ed aspettare che ti chiami per iniziare il vostro show cam 2 cam. Difficoltà del metodo: medio-facile, privacy: ottima

Ricarica con Bitcoins - Questo è un altro tipo di pagamento abbastanza particolare, diverso dal solito. Devi come prima cosa aver comprato dei bitcoin oppure averne da parte (se non sai cosa siano, leggi questa guida che spiega pure come comprarne un po' con Paypal o con carta di credito: da alcuni siti puoi anche comprare bitcoin in modo sicuro con bonifico bancario!). Poi cosa devi fare è presto detto: basta andare anche qui in Area Clienti, poi cliccare sul bottone Ricarica con Bitcoins, selezionare il taglio della ricarica (10€, 25€, 50€, 100€ 250€) e tenere a portata di mano il tuo smartphone con il wallet, cioè il portafoglio, pronto a fotografare il QR Code. Niente paura: c'è una bella guida anche qui (che consiglia di usare l'app di Electrum, che uso anch'io), e ti aiuterà a capire bene come fare a farlo. Non è difficile!  Una volta confermata la transazione il tuo credito mondocamgirls sarà riempito con quanto hai deciso di ricaricare, e saranno crediti spendibili all'interno del sito per qualsiasi camgirl per gli show corrispondenti. Puoi anche pagare in bitcoin cash, ethereum e in litecoin, se preferisci. Difficoltà del metodo: media, privacy: ottima

Giadacam

Si tratta di un ottimo sito di camgirl e di vendita di video amatoriali  a pagamento introvabili in rete: anche qui avrai la possibilità di pagare con diversi metodi disponibili.

Per andare su Giadcam vai a questo indirizzo:

giadacam.rivcash.com

e registrati al sito da questo indirizzo (come cliente) o da questo (come camgirl). Dopo aver inserito mail e password, dovrai confermare l'iscrizione al sito cliccando sul link che hai ricevuto al tuo indirizzo di posta - meglio usare un account di email a parte solo per questo: non usare mail aziendali o familiari, anche perchè vedrebbero tutti che ti sei iscritto a questo sito!

Ora non ti resta che cliccare su Accedi nel sito di Giadacam - uno dei migliori siti di camgirl italiani, a nostro parere -  inserire la tua username e password e poi selezionare uno dei tantissimi metodi di pagamento disponibili, subito dopo (da dentro il sito) aver cliccato su ACQUISTA CREDITI a sinistra nella grafica del sito.
  1. Paga con criptovaluta - Permette di pagare in Litecoin, Bitcoin ed Ethereum ed avere un credito corrispondente in euro. Serve saper usare bitcoin, per cui valgono le guide che ho linkato nella parte precedente dell'articolo. 
  2. Paga con VISA o Mastercard - Ti permette di pagare inserendo i dati della tua carta di credito VISA o Mastercard. Basta selezionare l'importo corrispondente ai crediti che vogliamo spendere nel sito, e come per magia avrete un mondo a vostra disposizione ;-)
  3.  Paga con carta di credito - Qui sono supportati i metodi di pagamento con Paysitecach e verotel, ma in pratica include il caso precedente, cambia solo il sistema di pagamento.
  4. Paga con carta prepagata - Qui si intende l'uso di carta Paysafecard oppure carta telefonica Onnet (nei punti vendita Sisal o tabacchini o bar) da usarsi come carta di pagamento.


 


venerdì 10 agosto 2018

Come fare la camgirl - i nostri suggerimenti


Se sei incuriosita dal mondo delle camgirl e vuoi saperne di più, continua a leggere.

Più di 40,000 donne in Italia hanno trovato un modo pratico per guadagnare con internet: mettersi a fare la camgirl. Il porno classico in tutto il mondo non sembra più funzionare come prima: sono richieste nuove forme di intrattenimento, come ad esempio lo strip personalizzato, lo show su prenotazione. Sempre più donne italiane scelgono di esibirsi on line, negli spettacoli più fantasiosi e vari (dominazione, BSDM, fetish, masturbazione reciproca, JOI), nell'eccitazione - spesso reciproca - che solo una cam con uno sconosciuto può darti. Si tratta di una forma di tele-lavoro o lavoro da remoto che potrete fare sfruttando un PC ed una connessione ad internet.

Per un giro d’affari enorme, da cui moltissime si stanno facendo tentare. I soldi che si possono fare sono tanti, e la webcam-girl è diventata una delle star di questi anni, tanto che pure in TV programmi come Le iene ne hanno parlato. Si lavora da casa, è un secondo lavoro che fa guadagnare moltissimo e con qualche piccola accortezza si lavora in modo tranquillo e senza compromettere la propria privacy.

Fa la cam-girl, la ragazza alla telecamera. Accende il computer qualche ora al giorno, si accomoda e parla con degli sconosciuti che si collegano con lei da ogni parte del globo, qualche volta si spoglia. Fine. «Vuoi sapere quanto guadagno per questo? Non meno di 5mila euro al mese. (repubblica.it)

Ma partiamo dall'inizio: cosa significa fare la camgirl?

La prima premessa da fare è che non è necessario muoversi da casa propria per farlo: tutto quello che serve per farlo è una buona connessione ad internet. In genere una connessione di casa va più che bene allo scopo, mentre è sconsigliato fare uso di connettività del proprio telefono: la banda si consumerà facilmente, e se gli affari inizieranno ad andare bene ne consumeremo un bel po'.

Prima cosa che ci serve, quindi, è avere una connessione ad internet che funzioni bene e che sia veloce e scattante, meglio se con fibra - ma anche ADSL 20 Mega, ad esempio, va bene (misura la velocità della tua connessione: dovrebbe darti almeno 10 Mbit in download, per essere ok).

Seconda cosa che vi servirà per fare la camgirl è un bel PC: vi basterà un computer non troppo vecchio con una connessione wireless, oppure un Mac. È consigliabile un PC portatile anche da tenere collegato alla presa di corrente. Sul PC dovrete avere installato un software di videochat come ad esempio Skype, uno dei più usati dalle camgirl e dai camboy (sì, perchè esiste anche la versione maschile).

Se non hai ancora un PC portatile a disposizione, cercalo su Amazon.

Terza ed ultima cosa di cui avremo bisogno, a questo punto, è capire in cosa consisterà il nostro lavoro: in pratica fare la camgirl significa essere disposte a spogliarsi in webcam, fare show erotici e via dicendo davanti ad altre persone. Prima di farlo, ovviamente, saremo pagate un prezzo che potremo decidere in autonomia, e potremmo ovviamente proporre vari tipi di show (ad esempio: chiedere un PVT - significa chiedere una chat in privato, per potersi mostrare nudi).

Che tipi di show potrete fare in cam? È subito detto, eccovi alcuni esempi:
  • strip: questo è lo show più classico, in pratica vi contattano e fate uno spogliarello in webcam. Non sarà necessario mostrare il viso in webcam, se preferite.
  • masturbazione reciproca: questo è un giochino in cui godrete assieme all'altra persona, facendovi vedere in cam mentre lo fate e masturbandovi / toccandovi anche voi. Se fatto con la persona giusta può essere molto gratificante: e vi pagheranno pure per farlo!
  • dominazione: questo è lo show tra i più richiesti, in pratica vi contattano e dovrete fare un gioco di dominazione "virtuale" in cui lui sarà il vostro schiavetto e voi dovrete fare da Padrona autoritaria e crudele. Non sarà necessario mostrare il viso in webcam, se preferite, ed in questo caso potreste decidere di rimanere vestite per rendere il gioco più crudele o eccitante ;-).
  • Fetish: qui dipende da cosa vorrete offrire e da cosa vi chiederanno. Un esempio potrebbe essere l'adorazione dei piedi, quella degli slip o dell'upskirt (una cosa che molti stanno chiedendo, in questi mesi a quanto dicono) e molto altro ancora. anche qui non sarà necessario spogliarsi completamente, ma si potrà rendere comunque il discorso eccitante parlando e sapendosi muovere.
Le camgirl di oggi tendono ad accontentare le richieste degli utenti, che sono molti numerosi e di solito pagano bene: la fantasia non ha limiti, e potreste trovare anche forme graficanti per voi di cybersex. Le richieste vanno dal classico strip alla masturbazione reciproca, magari dopo aver chiacchierato un po' e trovato il giusto mood: dipende. Ovviamente sarete voi a decidere come e quando fermarvi, cosa fare e quanto tempo farlo prendendo accordi precisi prima di cominciare. Per evitare truffe, inoltre, iscrivendovi ai siti indicati a fine articolo sarete sempre pagate prima dello show.

Per fare la camgirl, di solito si può usare Skype e darete quel contatto. Si consiglia di creare un contatto Skype diverso da quello che eventualmente usate per lavoro o per sentire i vostri parenti o amici, per ovvi motivi di riservatezza

Perchè fare la camgirl?

Ecco alcune testimonianze reali di ragazze che fanno le camgirl, o l'hanno fatto in passato. Molte di loro hanno preferito rimanere anonime.

Se non hai lavoro fisso è inutile: i soldi servono sempre. Faccio show personalizzati per mantenere i miei figli da mamma single. Mai incontrato nessuno dei miei clienti, anche se in moltissimi me l'hanno chiesto.

Mi diverto parecchio e guadagno un sacco di soldi extra. Ho clienti che sento da mesi, a volte pure da anni, ed ormai sappiamo bene come divertirci: non ci sono inibizioni, e pagano benissimo (Giada) 

Ho fatto la camgirl per anni: oggi non lo faccio più perchè finalmente ho trovato un lavoro fisso. Ma a volte mi mancano tutti quei soldi, erano davvero tantissimi. Delle volte mi pagavano solo per assistere ad una sessione di masturbazione rimanendo vestita (Federica)

Dove fare la camgirl: i siti

Uno dei siti più importanti è Ragazze In vendita, poi ci sono Mondo Camgirls (sono i due siti più famosi): questi sono i siti più sicuri per quanto riguarda i pagamenti. Si tratta di siti in cui è indispensabile iscriversi come camgirl, poi non bisogna fare altro che lasciare data di nascita e indirizzo email, poi chiederanno una verifica per essere sicuri che siate davvero donne, e poi sarete pronte a cominciare. Per farvi pagare potrete usare una carta prepagata.

lunedì 23 luglio 2018

Sesso virtuale meglio di quello tradizionale! Intervista a Mario

Toglietevi dal viso quelle facce scandalizzate e quei sorrisetti sarcastici, prima di continuare a leggere. Questo è un'intervista di quelle ... sincere, è chiaro? Mario (nome di fantasia) ha 41 anni, lavora come consulente presso una ditta farmaceutica ed ha molti fetish in testa: uno di questi è il cybersex, la masturbazione reciproca con un'altra donna che stia dall'altra parte del cam. "E che goda e venga davvero, niente roba simulata" ci tiene a puntualizzare. L'intervista è stata concordata ed è avvenuta su Skype in videoconferenza qualche giorn fa - e, soprattutto, non è finita con una sessione di cybersex.

Ciao e benvenuto. Mi dici anzitutto cosa intendi per cybersex?

(ci pensa un po', ndr) Il cybersex per me include qualsiasi cosa possa dare gratificazione sessuale tramite l'uso di un computer. Io poi lo intendo in modo specialistico diciamo (sorride, ndr), ed il tutto varrebbe anche per i porno. Anche le donne li guardano (sembra la scoperta dell'acqua calda, ma ancora non lo è), e faccio un piccolo inciso porno: una mia ex ragazza, una volta, si prestò a masturbarsi davanti a me con un porno scelto da lei, sulla mia scrivania, mentre io guardavo steso sul letto. Ho un ricordo molto nitido di quell'esperienza alternativa al sesso, e ti garantisco che vederla gemere mentre guardava cazzi infilarsi in fiche fu altrettanto gratificante che la classica scopata guardandosi in faccia e sussurrando porcate. È questo il senso: guardare l'altro (o l'altra) mentre gode.

Qui parliamo di puro cybersex in diretta, ci riferiamo a quello fatto con un'altra persona, che il più delle volte - e questa è la cosa divertente, secondo me - nonostante sia pagata per farlo (e dovrebbe essere solo un dovere, in un certo senso) riceve una forte gratificazione, cioè gode ed orgasma esattamente come te. Te ne accorgi da solo, se hai un minimo di esperienza con le donne.



Da quanto tempo frequenti camgirl?

Frequento ed aggiungo camgirl ai miei contatti da quando ho scoperto questo fenomeno, ho iniziato nel 2010 più o meno, ma sarà stato nel 2005 che ne ho sentito parlare per la prima volta: un collega sfotteva un suo conoscente che, a suo dire, aveva la convivente dall'altra parte del mondo per lavoro, ed erano costretti a masturbarsi in webcam, come economica alternativa a viaggi costosissimi e frequenti per potersi vedere di persona. Rideva mentre lo raccontava, ma io (non dissi nulla all'epoca) sentivo che la cosa sarebbe potuta essere... decisamente eccitante (sorride, ndr).



Come hai iniziato a fare cybersex?  

Credo di aver iniziato una sera, solo a casa, che mi sentivo abbastanza triste per via di un "due di picche" appena subìto; sarei dovuto uscire con una persona che sentivo da qualche tempo, ma saltò tutto qualche ora prima, e non la rividi più. Iniziando a girare su vari siti porno, trovai una pubblicità che mi porto su questi siti in cui paghi al minuto e tutto iniziò così.

Spesi probabilmente la somma che avrei preso per quella maledetta cena mancata interamente su quel sito, sito che oggi credo neanche esista più tra l'altro. Si pagava al minuto, ed avevi a disposizione ste tipe - prevalentemente giapponesi, e qualcuna forse rumena - che facevano di tutto: dovevi scrivere in inglese, ed era fatta: cybersex servito.

In generale sembrava che fossero più o meno indifferenti a quello che facevi tu, e che gli interessasse soltanto che la sessione durasse il più possibile per essere pagate di più.

E poi?

Poi  mi sono rotto le palle di sti siti (ride, ndr), sia per le ragazze che spesso erano antipatiche e spocchiose, sia per il fatto che si pagasse al minuto: non sono milionario, e difficilmente lo sarò in futuro, per cui non è che possa spendere così tanto. Così ho iniziato a cercare qualche alternativa abbordabile e magari in italiano, anche se non credevo (sbagliando) che le italiane potessero mai fare una cosa del genere. E invece fanno le camgirl, altro che no!

Dopo qualche tempo e qualche giro in certi forum specialistici ho finalmente trovato contatti un po' più seri: ragazze disponibili, che pagavi una tantum e che non stavano con l'orologio in mano a fare countdown. Con molte camgirl ho legato così tanto che le sento regolarmente da mesi, a volte pure da anni.

Domanda ulteriore: quanto è importante il coinvolgimento della ragazza nel fare cybersex?

Il coinvolgimento non è importante: è l'unica cosa che conta. Per quello, cerco sempre donne che siano propense al dialogo, che apprezzino l'ironia, che sappiano capire i limiti e le virtù di un gioco che può diventare bellissimo per entrambi.

Faccio comunque molta selezione: ad oggi sento regolarmente più o meno cinque o sei camgirl diverse, tutte ragazze molto belle, molto gentili, mediamente intelligenti e con un brillante senso dell'umorismo, a volte. Le altre, se manca il feeling o se sono poco loquaci o comunque si mostrano troppo attaccate ai soldi, le lascio perdere e basta.

Quante volte all'anno ti connetti con camgirl, se posso chiederti?
 
Mai fatto il conto preciso, ma ad occhio direi un 30-40 volte all'anno. Di più no, perchè poi diventa abitudine, noia, ed è un rischio che non voglio correre. A volte faccio passare anche un mese o due tra una sessione e l'altra, in modo da arrivarci più "carico". Se lo facessi ogni giorno sarebbe una palla mortale, anche se so per certe che molti frequentatori come me praticano la cosiddetta dominazione finanziaria.

Oddio, e che sarebbe...?

La dominazione finanziaria è quanto trovi una camgirl molto fica che paghi un sacco di soldi senza che lei faccia ... troppo in termini di nudo. Al massimo ti lascia sbirciare lo slip, è già tanto se ti mostra un mezzo capezzolo. Tu stai lì a farti le seghe, alla fine, in adorazione e loro restano vestite a guardarti e a darti dello stronzo. E poi le devi pagare regolarmente: un bel giro di soldi, insomma, e tanta soddisfazione per loro. Avessi più soldi sperimenterei, ma non credo che al momento sia possibile.


OK, questa me la segno. Quante camgirl italiane conosci?

Quasi tutte quelle che conosco sono italiane, a parte una donna splendida che conosco da qualche mese e che è londinese (almeno, così dice: la classica ragazza inglese bionda e magra, per capirci). Le italiane sono le stesse che conosciamo anche nei pub e nei concerti: cordiali, curatissime, anche di classe se vuoi, semplici e sensuali come poche.

Ognuna di loro ha le sue peculiarità in webcam: senza mettere riferimenti specifici perchè spezzerei la magia, ma con ognuna pratico una variante diversa di cybersex. Con alcune ad esempio iniziamo a parlare normalmente finchè non finiamo a masturbarci assieme, vivendo l'atto come se davvero facessimo del sesso in quel momento. Con altre preferisco fare puro voyeurismo, tipo che si facciano guardare stando senza slip o indossando un intimo particolare. Poi ci sono decine di storielle virtuali che si possono inventare sul momento, o che inventano loro: dipende, insomma.
 
Non è straniante tutta questa... virtualità?

In parte sì, è ovvio: ma non ho mai pensato al cybersex come ad un sostituto del sesso, quello vero, sudaticcio, fatto di umori, tentativi che non sai dove ti porteranno, drink offerti, orgasmi provocati e gemiti sussurrati. È solo che sto attraversando un periodo in cui, nonostante la mia apertura ed il fatto che viaggi tantissimo per lavoro, faccio pochissimo sesso: l'ultima volta mi è capitato, ad esempio, è stato con l'addetta alla reception di un hotel in cui sono dovuto stare qualche giorno, per farti capire.

Vivo solo rapporti sessuali occasionali da anni, ho 41 anni suonati e difficilmente penso riuscirò a trovare una brava ragazza della porta accanto da sposarmi, ormai: per questo, alla fine, ho trovato nel cybersex con le camgirl una valvola di sfogo. Tutto qui, pressappoco. È solo un ennesimo modo libero di vivere la propria sessualità. Sai quanti altri lo fanno, oltre a me?

Francamente no.

Tantissimi, per quanto ne so. Lo vedo dai numeri che fanno i siti di camgirl. Me lo confermano amici, alcuni responsabili di questi siti con cui ho avuto modo di parlare in modo informale, anche le stesse ragazze da cui vanno studenti universitari, manager, professionisti, persone un po' più grandi. Lo so anche da un certo numero di amici intimi, sia uomini che donne, che hanno confessato di aver frequentato questi siti sia da clienti che da professionisti (senza pero' dirmi quali, per ovvie ragioni). Una massa silenziosa e arrapata, in sostanza (ride, ndr).

Cosa usi di solito per chattare con le camgirl?

Cerco con Google stando attento alla qualità dei siti, dato che le truffe abbondano e devi stare attento a non farti registrare e ricattare in seguito: usate sempre account non vostri ufficiali, createne uno a parte. La prima cosa che faccio con qualsiasi camgirl riesca a trovare, ovviamente, è aggiungerla come contatto, e provo capire che tipo di persona sia: molto intrigante. Usavo molto MSN prima, tempo fa passai a Skype, adesso uso abbastanza Oovoo e in casi molto particolari mi prendo direttamente il cellulare ed usiamo Telegram o Whatsapp.

Una cosa che faccio sempre, da qualche tempo, è sfruttare una VPN per proteggere la mia connessione: non mi fido di internet in generale, e temo per la mia privacy. Mi è capitato che una camgirl si sia mezza invaghita di me e cercasse di capire da dove mi connettevo, e di un'altra camgirl in particolare (che ho smesso di contattare, poi) mi ero più o meno innamorato anch'io, avrei voluto portarla a cena ma... ovviamente la dinamica del tutto lo impediva, per forza. Il rischio di innamorarsi a caso è lo stesso, identico, che si sperimenta quando esci al pub sotto casa la sera o quando vai ad una festa di compleanno, alla fine. Solo che qui l'orgasmo in coppia è garantito (ride, ndr).

Ne ho sentite abbastanza. Concludi come vuoi. E grazie!

Grazie a te. Ricordatevi soprattutto una cosa: non isolatevi, mai. Frequentate sempre nuove persone, cambiate città, cercate di non vivere in provincia, non basate la vostra vita su internet e non pensiate, soprattutto, che il sesso virtuale sia divertente e intenso come potrebbe esserlo quello vero. Certo il primo è più facile - e spesso, paradossalmente, meno imbarazzante da cercare.

Se vuoi stare in questo mondo, quello delle camgirl, devi avere dei soldi da spendere (quello è ovvio) ma devi pure rispettarme l'etica di fondo: massima privacy, non invadere gli altri, non spammare, non pensare nemmeno di stalkerare, mai usare nomi veri, cambia spesso nickname e password, non è necessario mostrare il viso (e non chiedere a lei di mostrarlo), non dire ai tuoi amici quello lo fai (difficilmente capirebbero), non fare domande personali al modello o alla modella, non sentirti obbligato a dire la verità. Fai quello che ti fa stare bene e ti eccita. Vivi ogni cosa intensamente; e non solo in cam 2 cam.

Più letti di recente